Author Archives: Admin

Morsi dalla taranta

da Meridiani Puglia, n. 130 – di Jasmina Trifoni Giovani milanesi che si iscrivono a corsi di ballo, attempate signore che cercano di entrare in trance ai concerti: una strana malattia sembra aver colpito gli italiani. E la “pizzicomania” non ha contagiato solo loro: affermati artisti stranieri fanno a gara per essere i padrini della notte più lunga del Salento. Ma qualcuno… Read more »

FacebookTwitterGoogle+WhatsAppGoogle GmailCondividi

Il ritmo meridiano. Tradizione e modernità nella pizzica salentina

Il contributo che propongo al convegno prende spunto dalla mia esperienza personale. Io non sono uno studioso, ma solo un modesto “animatore culturale”, che ha cercato di lavorare nel vivo di questa sorta di “movimento” (consentitemi per semplificare di utilizzare questa espressione), prima con l’esperienza di consigliere delegato alla cultura del mio comune (Alessano, provincia di Lecce) e in seguito… Read more »

Il Salento di Giovanna Marini: recensione su Alias

da Alias (il manifesto) – di Marco Boccitto “Svoli” di fantasia e riproposta allo stato puro Canto allo stato puro, che rinuncia spavaldo alle suggestioni più superficiali e massificate dell’ultima ora, indifferente all’ebrezza del «taranta power» e della «pizzica-trance». È Il Salento di Giovanna Marini (Aramirè), mica quello di Stewart Copeland. Un disco che al documento raccolto sul campo affianca, un po’… Read more »

Si dice che gli eschimesi hanno trenta nomi per nominare la neve

da Astrolicamus (www.pedorrapop.splinder.com) – di Cristhian Scorrano Uccio Aloisi ne ha quattordici per chiamare la terra: “Nera, pignatara, petruddharu, chianca, pilumafu, crita arenusa, crita bona, crita turchina, cuzzaru, sapunara, crugnu, tufu neru, tufu rosso, petra bianca…”. Ognuna di questi ha un colore e un profumo che si possono percepire calpestandola, toccandola, vivendola. È la terra del Salento: varia, unica, che pochi possono… Read more »

Tabacco e tabacchine

da Qui Salento […] Il libro raccoglie i risultati di una ricerca di storia orale, coordinata dallo studioso Sandro Portelli, incentrata sulla vicenda dell’Acait, la cooperativa tabacchicultori salentini di Tricase. Ne viene fuori una narrazione corale in cui la voce dei protagonisti (assemblata con la tecnica del montaggio di circe tranta interviste), ricostruisce non solo le vicende di un’azienda e… Read more »

I COLORI DELLA TERRA

coloridellaterrasmall

I COLORI DELLA TERRA   Canti e racconti di un musicista popolare (Libro+2cd audio) a cura di Roberto Raheli, Vincenzo Santoro e Sergio Torsello con un’introduzione di Alessandro Portelli Edizioni Aramirè 2004 Il libro contiene la “biografia narrata” del 74-enne Uccio Aloisi, il più importante cantore vivente del Salento, meravigliosa voce autenticamente “popolare”, grande viruoso del tamburello e essenziale punto… Read more »

Nenie e stornelli del Salento. Nuovo cd di Giovanna Marini

da la Repubblica di Bari – di Antonella Gaeta Il folk revival era ancora (e solo) un’esigenza. Il Canzoniere Grecanico Salentino avrebbe inciso il primo disco dieci anni dopo. Ma nell’estate del 1968 Giovanna Marini era già nel primordiale e intoccabile sud sonoro «a registrare materiali». Per questo la cantautrice ed etnomusicologa romana deve essere considerata (con l’incontestabile supporto dei documenti) «la… Read more »

IL SALENTO DI GIOVANNA MARINI

cdgiovannamarinismall

IL SALENTO DI GIOVANNA MARINI cd doppio a cura di Roberto Raheli e Vincenzo Santoro prodotto dalle Edizioni Aramiré in collaborazione con il circolo Gianni Bosio di Roma All’inizio degli anni settanta Giovanna Marini arrivò in Salento alla ricerca di suoni, canti e repertori musicali della tradizione locale, allora pressoché sconosciuti, che avrebbe poi impiegato come ispirazione per la sua… Read more »

Il ritmo meridiano da WMM

da World Music Magazine, n. 63 – di Ciro De Rosa Se si deve parlare di tarantismo oggi, se ne deve parlare come di un ampio campo di azioni, rappresentazioni, pratiche, conflitti, tutti veicolati da discorsi politico-culturali, retoriche antropologiche accademiche e locali, esperienze identitarie ed esistenziali che s’intrecciano con il fenomeno storico che ha interessato e interessa il Salento. Dopo i preziosi… Read more »

In un libro le storie delle tabacchine

dal Corriere del Mezzogiorno – di Rina Durante «Noi qua sotto, per il fatto che le terre sono grasse, abbiamo il tabacco “levantino”, che non è altro che un tabacco molto forte e robusto, ma nello stesso tempo profumato, mentre i tabacchi cosiddetti Burley, Bright, Maryland, Kentucky, li senti i nomi americani, perché il tabacco è nato in America, non l’abbiamo inventato… Read more »